Tempesta sismica globale in atto! Il Centro di prevenzione delle catastrofi avverte di possibili mega-terremoti in Messico


Stiamo assistendo ad una sorta di tempesta sismica che sta colpendo il pianeta.  Dopo l’Iraq, ora anche il Costa Rica è stato colpito da un terremoto di M6.5 che si è manifestato dopo 8 ore da quello potente di M7.2 avvenuto al confine Irak-Iran. Anche le eruzioni vulcaniche sono in aumento sopratutto nei paesi meso-americani dove il Vulcano Popocatepetl ha eruttato 3 volte nell’arco di 24 ore.

Strong M6.5 earthquake hits Costa Rica on November 13 2017, Strong M6.5 earthquake hits Costa Rica on November 13 2017 map, Strong M6.5 earthquake hits Costa Rica on November 13 2017 video

Risultati immagini per earthquake Iran-Iraq

Me veniamo nel dettaglio. Un terremoto pericoloso e poco profondo di M6,5 ha colpito il Costa Rica alle 02:28 UTC . L’epicentro si trova ad una profondità di 20 km (12,3 mi) ea soli 16 km da Jaco e a 63 km da San Jose, la capitale. Il terremoto è stato percepito molto bene anche in Nicaragua e Panama. Questo è il secondo terremoto pericoloso nell’arco di 8 ore, dopo che un terremoto forte e poco profondo di M7.2 ha colpito al confine tra Iran-Iraq il 12 novembre 2017 provocando centinaia di morti e feriti.

Risultati immagini per earthquake Iran-Iraq

Centro di prevenzione delle catastrofi avverte dei possibili mega-terremoti in Messico

Il Centro Nazionale per la Prevenzione dei Disastri in Messico (Cenapred) ha avvertito di tre possibili scenari in cui la capitale del messico (Mexico City) subirebbe movimenti tellurici di magnitudini allarmanti.  Il CENAPRED ha detto che questo potrebbe verificarsi a causa della vicinanza che ha la Città del Messico con  lo stato di Guerrero, una zona sismica in cui, fino ad oggi, c’è stato un terremoto come quello che ha avuto luogo nel corso dell’anno 1985.

Risultati immagini per placche tettoniche messico

Carlos Valdés, direttore del CENAPRED, ha detto  che le due placche confinanti, ovvero la Carribean Plate e la Cocos Plate si stanno muovendo spingendosi l’una con l’altra creando forti terremoti.  Uno scenario questo che sta allarmando la capitale, è la possibilità che la città subisca un singolo terremoto, che potrebbe avere una magnitudine di 8.2.  Valdès ha anche spiegato che i difetti strutturali degli edifici della capitale hanno contribuito al crollo di edifici definiti antisismici come la Enrique Rébsamen College, che ha ucciso almeno 19 bambini e 7 adulti.

Ad esempio, il direttore di Cenapred ha dichiarato che il terremoto di magnitudo 7.1 che si è verificato il 19 settembre in Messico era equivalente all’esplosione di  100.000 bombe atomiche , per cui dobbiamo essere preparati per qualsiasi disastro naturale. Non a caso in questi giorni forti sciami sismici che variano da 4 a 4.5 di magnitudo stanno colpendo il Messico e il Cenapred ha alzato l’allerta.

A cura della Redazione Segnidalcielo



Source link

  • Add Your Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: