Scienziati dicono che quando “sogniamo” viaggiamo attraverso ‘Universi Paralleli’


Ogni notte, gli umani hanno una media di 6-10 sogni. Alcuni minuti dopo essere stati svegliati, questi sogni vengono solitamente dimenticati. Tuttavia, cosa succede se c’è un significato reale per i sogni che li renderebbe più redditizi da ricordare? La scienza moderna, così come le tribù native americane e le tribù antiche delle nazioni messicane, credono che noi, o almeno il nostro cervello, visitiamo un “universo parallelo” quando sogniamo.

Parallel Universe

Questo spiegherebbe perché gli esseri umani possono sognare a colori e possono percepire con tutti e cinque i sensi, ciò che accade nel sogno. Se hai mai sognato di mangiare la torta di mele tipica di tua nonna, ti sei mai reso conto che ti sembra di poter assaporare e annusare la deliziosa torta di fronte a te? O forse hai sognato di cavalcare le montagne rocciose degli Stati Uniti e sentito il brivido di cavalcarle mentre ci si arrampica su per le ripide colline e si precipita giù per le rampe.

Immagine correlata

I mistici credono anche che ci siano luoghi in cui il sogno ha luogo, ma lo hanno collegato ad esseri soprannaturali come i fantasmi e gli spiriti e altre entità. Tuttavia, dal 1920 gli scienziati hanno cercato di evitare tali discorsi e entrare in dibattiti con altre persone e altri ricercatori, perchè tutto può essere discutibile, teorizzato, ma nella loro ricerca di trovare il luogo ideale delle particelle nucleari per ospitare i sogni, si sono resi conto che una tale formazione sarebbe impossibile sulla Terra.

Risultati immagini per PARALLEL UNIVERSES , the DREAM

Così hanno spostato l’argomento lontano dal soprannaturale, e in un campo di fisica discutibilmente più confuso. Un esempio della teoria degli scienziati degli Universi Paralleli sarebbe quella di pensare a due mondi: uno in cui sei nato e uno in cui non lo sei. Logicamente, non si può mai essere in uno stato “doppio” all’interno di una dimensione, e quindi sorge la necessità di più dimensioni parallele. Pensaci: in un altro mondo, potrebbe esserci una copia di te stesso che fa le cose in modo leggermente diverso, e di conseguenza potrebbe avere una vita migliore di te. In un altro mondo, potrebbe esserci una persona come te che non ha dimenticato le sue battute durante un incontro aziendale. In un altro mondo, potrebbe esserci un’altra versione di te che capisce cosa sta succedendo con i nostri sogni – e forse a quel punto, sapremo se gli scienziati o i mistici vinceranno questo dibattito.

A cura della Redazione Segnidalcielo



Source link

  • Add Your Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: