La Porta del tempio “Padmanabhaswamy” e la Capsula Aliena che emette un ‘ronzio’ misterioso!!


Il misterioso tempio di Sri Padmanabhaswamy in India è conosciuto come il tempio più ricco del mondo in quanto è coperto di oro e miliardi di dollari in tesoro che sono stati trovati in diverse epoche, ma c’è un mistero che lo rende unico nel suo genere. La porta del tempio rimane ad oggi un mistero ed è  sigillata, ma nessuno può aprirla.

La porta misteriosa dell’antico tempio di Padmanabhaswamy è protetta da due cobra massicci dipinti su di essa e non ha viti, chiusure o altri mezzi di ingresso. Si dice che contiene una ricchezza inimmaginabile, e può essere aperta solo da un elevato livello di “sadhu”, “uomo buono”che ha familiarità con la conoscenza del canto un ‘‘Garuda Mantra”.

La porta misteriosa dell’antico tempio di Padmanabhaswamy è protetta da due cobra massicci dipinti su di essa e non ha viti, chiusure o altri mezzi di ingresso

Si ritiene che la porta che non ha bulloni, serrature o qualsiasi altro mezzo di entrata, ma si dice che la porta sia stata sigillata, chiusa da onde sonore da un canto segreto perso nel tempo. Preti Hindu dicono che attualmente un umano non è in grado di aprire questa porta eseguendo questi canti.

I locali sotterranei contenuti all’interno del tempio sono stati protetti dai sacerdoti attraverso le spesse fondamenta in pietra del santuario principale. Molte di questi locali sotterranei non sono stati aperti per migliaia di anni.

Risultati immagini per sri padmanabhaswamy, alien capsules

Non molto tempo fa l’autorità del Kerala High Court ha effettuato l’apertura dei locali sotterranei, che sono stati oggetto di interminabili racconti e leggende, il cui evento si è svolto sotto gli occhi delle autorità governative e di uno storico e giornalista Austriaco. Uno di questi locali, in particolare quello con l’etichetta “B”,  sarebbe chiuso dalla porta in cui sono dipintia (o protetti) da due cobra massicci e tale locale non è stato mai menzionato dagli storici e dalle leggende locali rimanendo sigillato per tutto questo tempo. Il santuario è stato costruito agli inizi del 6 ° secolo.

Immagine correlata

Sotto la sicurezza militare, abbiamo aperto tutti i locali tranne quello etichettato con la B ” ha dichiarato Shital Ramandeep, portavoce della famiglia reale di Trivandrum. “Non siamo affatto contenti che le Alte Corti hanno permesso tutto questo, per cui si consiglia di non aprire il caveau “B” con la porta dei Cobra, in modo da non insultare e suscitare la rabbia del Signore Vishnu.”

Quello che è stato trovato nei sotterranei etichettati A, C, D, E e F sono una vasta collezione di monete d’oro, gioielli in argento, statue d’oro tempestati di pietre preziose, e grandi quantità di altri oggetti di un fenomenale valore monetario e storico per cui il locale “B” è stato lasciato per ultimo.

I misteriosi suoni del Mantra Garuda

Quando si trattò di aprire il caveau “B”, che era stato sigillato con una solida e pesante porta in ghisa si è constatato che essa era sprovvista di un chiavistello. L’unico metodo conosciuto per aprire il caveau veniva indicato in una dottrina religiosa mediante un canto conosciuto come il mantra Garuda, simile alla frase magica nota come “apriti sesamo.” Tuttavia, nessun membro della famiglia reale, né i sacerdoti del santuario hanno affermato di conoscere questo mantra.

Risultati immagini per Garuda Mantra
Ashu-Garuda Mantra

 

La misteriosa “CAPSULA ALIENA” che emette un ronzio a bassa frequenza

A seguito delle proteste della famiglia reale e dei sacerdoti, per quello che e’ stato scoperto con la forza e trovato all’interno dei locali , le autorità del tempio hanno chiesto l’allontanamento di tutti i visitatori, militari e funzionari governativi.

Secondo un giornalista austriaco, Reinhardt Smueller, all’interno del caveau è stata trovata una capsula allungata di colore grigio scuro, molto liscia e senza aperture apparenti. Appoggiati contro la capsula vi erano sette resti umani mummificati i quali non mostravano segni di morte violenta, e sembravano essere rivestiti di un materiale dallo spessore e consistenza simile alla seta e non mostrava segni di decadimento. Quello che le autorità hanno ritenuto molto interessate è che l’oggetto emetteva un ronzio a bassa frequenza quasi impercettibile. Inoltre, i tentativi di ispezionare all’interno della capsula erano risultati inutili. Si sperava che una telecamera a fibre ottiche sarebbe stata in grado di vedere all’interno, ma tentativi di praticare un piccolo foro sulla superficie dell’oggetto aveva dimostrato che la capsula era impenetrabile.

Un’altra preoccupazione era che la capsula in sé non aveva proprietà magnetiche, ma era calda al tatto. “Per quanto incredibile possa sembrare,” ha commentato Smueller, “questo locale non nascondeva tesori e le pareti della volta non evidenziavano marcature, disegni o incisioni di alcun tipo. La capsula era molto grande; misurava circa 30 metri di lunghezza e 8 metri di larghezza.” Smueller ha continuato a dichiarare che i resti mummificati appartenevano a sette persone tutte con i capelli biondi e una carnagione molto chiara. “In tutti questi anni ho scoperto molti reperti storici, ma non ho mai visto resti mummificati con una carnagione chiara.” ha dichiarato Smueller.

Immagine correlata

Egli ha aggiunto che i resti sono stati perfettamente conservati.

Le autorità non stanno speculando su ciò che potrebbe essere l’oggetto alieno (o meglio non identificato) che e’ stato trovato all’interno del caveau “B”, anche se Smueller si è affrettato a precisare che la datazione di quella antica arte indù si aggira intorno al 4°secolo aC e raffigura un oggetto simile a quello che le antiche popolazioni avrebbero visto nei cieli sopra il tempio.

L’oggetto era così strano e non sembrava essere un artefatto costruito dall’uomo, forse era di origine extraterrestre e apparteneva soprattutto a società antiche.”, ha concluso Smueller. I ricercatori UFO sostengono che i resti mummificati delle 7 persone alte e bionde con carnagione bianca potrebbero essere i corpi di esseri di altri mondi che hanno in qualche modo interagito con la popolazione locale donando la loro tecnologia in quel tempo per la costruzione di antichi monumenti.

A cura della Redazione Segnidalcielo



Source link

  • Add Your Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: