La Grande Piramide di Giza è un’antica centrale elettrica? La ricerca suggerisce che questa ipotesi è possibile!


Molti ricercatori e studiosi si sono posti la domanda per quale motivo sono stati costruiti i monumenti migliaia di anni fa? Le piramidi dell’altopiano di Giza, Teotihuacan, Mohenjo Daro e molti altri luoghi sacri del passato, erano solo monumenti, centri religiosi o avevano uno scopo superiore?

È possibile che le antiche culture di tutto il mondo avessero la capacità di sfruttare l’energia naturale? Secondo molti, stiamo ponendo la domanda sbagliata. Probabilmente dovremmo chiederci, non se l’uomo antico avesse la capacità di sfruttare l’energia, ma piuttosto dove hanno ottenuto la conoscenza per farlo e se c’è qualche prova. È possibile che l’uomo antico abbia acquisito conoscenza per costruire templi e monumenti che fungano omea una specie di centrale elettrica? Incredibili blocchi di pietra accatastati uno sull’altro che compongono costruzioni incredibili, quale scopo più alto avevano? C’è una leggera possibilità che queste antiche strutture siano davvero una tecnologia che era conosciuta dall’umanità antica, ma che oggi è sconosciuta a noi?

Risultati immagini per The Giza Power Plant Christopher Dunn

Come hanno fatto i nostri antenati a spostare monoliti che pesano centinaia di tonnellate per costruire questi enormi e imponenti edifici? Creare muri incredibili come quelli presenti a Ollantaytambo. Replicare tali costruzioni oggi sarebbe molto difficile, anche con la tecnologia che abbiamo, ingegneri e architetti avrebbero difficoltà a ricreare queste antiche strutture utilizzando le macchine elettriche, gru e gli strumenti elettrici a loro disposizione. L’umanità antica gestiva queste caratteristiche senza l’uso della tecnologia odierna, tuttavia il grado di precisione è qualcosa che ha lasciato perplessi i ricercatori.

Ci manca qualche tassello nella storia? Prove che supportano teorie che molte persone oggi potrebbero considerare assurde, come ad esempio le batterie di Baghdad da 2.000 anni fa, che potrebbero essere una delle tecnologie mancanti, riscoperte di recente. I ricercatori ipotizzano che potrebbero essere stati usati per placcare l’oro sull’argento per i gioielli decorativi. Ma queste sono batterie più piccole, e se l’uomo vecchio avesse batterie più grandi, c’è una possibilità che queste potrebbero essere usate per scopi di costruzione?

13100740_1747344682156156_5182909771278560_n - Copia

Immagine correlata

Tornando a parlare delle Piramidi, uno degli aspetti più chiacchierati della Grande Piramide di Giza sono le gallerie strette scoperte per la prima volta nel 1872 dove gli archeologi le consideravano da tempo condotti di ventilazione. Nel 1993 una squadra di ingegneri ha utilizzato una telecamera telecomandata chiamata Upuaut2 per scoprire il vero scopo di questo condotto d’aria che conduce dalla Camera della Regina della Grande Piramide. I risultati della scoperta hanno sconcertato i ricercatori ancora di più quando la telecamera telecomandata ha scoperto una porta chiusa con due pezzi di rame fortemente corrosi. Gli archeologi hanno ipotizzato che queste maniglie fossero intenzionalmente costruite come un passaggio simbolico che la regina avrebbe percorso nell’aldilà, ma perché costruirlo con un blocco di pietra intenzionale?

Immagine correlata

Perché la Grande Piramide, fino ad oggi, è l’unica con una simile porta? Qual era il vero scopo della Grande Piramide di Giza, era una tomba reale come credono molti archeologi? Se è così, perché il sarcofago della camera dei re è vuoto? Ci manca qualcosa?

Ulteriori esplorazioni sono state fatte usando un robot dotato di una microcamera per scivolare attraverso un buco scoperto in precedenza e rivelare cosa c’era oltre la porta, scoprendo infine una stanza sconosciuta all’interno della piramide. Il robot ha scannerizzato il pavimento scoprendo segni rossi insoliti. Alcuni ricercatori si azzardano a dire che questi segni sono o erano simboli elettrici. Se questa teoria è vera, verranno postulate una serie di domande che sfidano le teorie archeologiche convenzionali. È possibile che la Grande Piramide di Giza fosse, in effetti, una specie di antica centrale elettrica. Domanda, ma come avrebbe potuto funzionare?

Risultati immagini per The Giza Power Plant , ancient technology

John Cadman ha proposto una teoria che ha suscitato l’interesse degli archeologi egiziani. Cadman propose che gli antichi egizi pompassero l’acqua dal vicino fiume Nilo in una camera situata sotto la Grande Piramide. La pompa creerebbe un’intensa pressione idraulica che avrebbe causato vibrazioni in tutta la piramide, e secondo Cadman, ci sono prove che supportano la sua affermazione, dato che nella camera sotterranea ci sono prove che dimostrano che l’acqua era presente nel passato con onde di rarefazione che sono un’onda estremamente bassa, che avrebbe  colpito il soffitto e ci sono prove che il soffitto è effettivamente scheggiato.

Immagine correlata
Le pile di Bagdad

Altre prove che suggeriscono che la Grande Piramide di Giza era, in effetti, una specie di centrale elettrica le troviamo nella Camera della reginae dove il ricercatore crede di aver trovato tracce di zinco e acido cloridrico. Detto ciò, i ricercatori credono che gli antichi egizi riempissero l’asta settentrionale con zinco idratato e che l’albero meridionale che entrava nella camera fosse riempito con una combustione di acido cloridrico diluito nella camera della regina. Secondo i ricercatori è possibile trovare prove dell’uso dell’idrogeno nella camera del re. Qual è il vero scopo della Grande Piramide di Giza è un enigma, diverse teorie,  sono state proposte nel corso degli anni, divise tra coloro che credono e coloro che non lo credono.

Immagine correlata

Ad esempio, la ricerca dell’ingegnere Christopher Dunn sulla Piramide di Cheope lo ha portato a pensare che questa struttura fosse una macchina che genera elettricità basata sull’idrogeno. Queste fantastiche affermazioni sono state in grado di dimostrare sulla base di una serie di elementi nascosti nella Grande Piramide. Le piramidi sono molto più vecchie di quanto ci hanno detto? Sono servite come batterie enormi per “qualcosa” di sconosciuto? Questa è la teoria degli Antichi Alieni.

A cura della Redazione Segnidalcielo



Source link

  • Add Your Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: