Il libro degli antichi Maya: “Esseri di altri Mondi hanno creato l’Essere Umano”


Il libro degli antichi Maya, di grande valore storico e spirituale, è stato erroneamente chiamato il Sacro Libro o la Bibbia “K’iche”. È composto da una serie di storie che cercano di spiegare l’origine del mondo, della civiltà, di vari fenomeni che si verificano in natura, ecc.

Questi esseri che hanno creato l’umanità sono citati nel Popol Vuh, come “il Creatore, l’Antico, il Dominatore, il Serpente Piumato (Quetzalcóatl)”-  (“loro” che generano) – “Loro” che danno esistenza, librandosi sull’acqua come una luce all’alba.

Immagine correlata

Cosa significa? inizialmente si pensava che gli antenati Maya si riferissero a “Loro” quando cercarono di parlare degli Dei, gli esseri celesti, “i creatori dell’umanità“. È interessante notare che gli antenati parlano di come tutto sia nato e attraverso queste linee del Popol Vuh possiamo chiaramente apprezzare la presunta influenza che “Loro” avevano nella creazione di “uomo”.

Durante la lettura del primo capitolo del libro troviamo quanto segue: “Erano nascosti sotto piume verdi e blu, per questo sono chiamati Gucumatz (Serpente Piumato). Da grandi saggi, da grandi pensatori, è la loro natura. In questo modo c’era il paradiso e anche il Cuore del Cielo, che è il nome di Dio. Ecco come contavano. Poi venne la parola, si unirono con Tepeu (il Dominatore) e Gucumatz (il Serpente Piumato), nell’oscurità della notte, e parlarono tra loro Tepeu e Gucumatz. Parlavano, quindi, consultandosi tra loro e meditando; hanno concordato, messo insieme le loro parole e i loro pensieri.

Quindi, come hanno meditato, è stato chiaramente affermato che al sorgere del sole l’uomo dovrebbe apparire. Quindi organizzarono la creazione e la crescita degli alberi e delle viti e la nascita della vita e la creazione dell’uomo. Era organizzato così nelle tenebre e nella notte dal Cuore del Cielo, che si chiama Uragano. Il primo si chiama Caculhá Huracán (El Relámpago). Il secondo è Chipi-Caculhá (La Luce nel Solco). Il terzo è Raxa-Caculhá (El Rayo que Golpea o fulmine). E questi tre sono il cuore del cielo. “

Immagine correlata

È interessante notare che non solo il Creatore, l’Antico, il Dominatore, l’Uomo CREATO dal Serpente Piumato, ha creato tutto il resto: “Allora la terra fu creata da loro. È così che è stata creata la creazione della terra. Terra! Hanno detto, e all’istante è stato fatto. Come la nebbia, come la nuvola e come una nube di polvere era la creazione, quando le montagne emersero dall’acqua; e subito le montagne crebbero. Solo per un prodigio, solo per magia l’arte era la formazione delle montagne e delle valli; e subito i cipressi e i pini germogliarono sulla superficie. E così Gugumatz si riempì di gioia, dicendo: “Buona è stata la tua venuta, Cuore del Cielo; tu, l’uragano e te, Chípi-Caculhá, Raxa-Caculhá! Il nostro lavoro, la nostra creazione sarà finita, hanno risposto “.

«La terra era quindi coperta dalle varie forme di vita animale. Il Creatore e l’Antico dicono agli animali: dì, allora, i nostri nomi, lodaci, ma gli animali non potevano parlare come un uomo! Quindi gli autori hanno detto: “La nostra gloria non è ancora perfetta, poiché non puoi invocarci. Avrai tane e cibo, ma per quanto riguarda la tua carne, sarà mangiata. Questo è il tuo destino. “Il vecchio testo parla più volte” loro “hanno cercato di creare l’uomo? Sembra che questi esseri abbiano fallito all’inizio, e nel “cielo” “si sono seduti e ci hanno pensato un’altra volta. Puoi letteralmente sedere in paradiso? Beh, probabilmente, se sei su un aereo o su un altro veicolo … giusto?

Immagine correlata

Ecco cosa riassumono gli antichi testi: “Ancora una volta c’è un consiglio in paradiso. “Proviamo ancora, facciamo di loro i nostri veicoli e alimentatori.” Quindi i Creatori erano determinati a fare l’uomo. Dalla terra rossa hanno modellato la loro carne; ma quando lo fecero, videro che non era buono. Era incoerente, non aveva forza, era inetto, era acquatico; era stato dotato di parola, ma non aveva intelligenza; E poi è stato consumato nell’acqua senza essere in grado di alzarsi in piedi ».

Sembrava come se il Creatore, il Vecchio, il Dominatore, il Serpente Piumato, “Loro”, “Loro” che danno l’esistenza, non era stata soddisfatta con la loro creazione. «Ancora una volta gli dei vennero a consigliare. Fu deciso che l’uomo fosse fatto con il legno del tzité (quercia da sughero) e la donna con il midollo dello zibac (salice); ma il risultato non era soddisfacente – erano semplicemente manichini di legno. E queste sono le persone che abitano la superficie della terra. Esistevano e si moltiplicavano, ma non avevano né il cuore né l’intelligenza, né il ricordo dei loro creatori. Conducevano una vita inutile e vivevano come animali. “

Immagine correlata

“Erano solo un tentativo di uomini. Poiché non dirigevano i loro pensieri al Cuore dei Cieli, la faccia della terra si oscurò e una triste pioggia cominciò a cadere. Sono arrivati ​​(quindi) tutti gli animali, grandi e piccoli (e gli uomini erano) battuti nei loro stessi volti dai bastoni e dalle pietre. Tutti quelli che li avevano serviti parlarono, per tormentarli; anche i suoi utensili prendevano forma e voce per aggiungere alla sua miseria. Poi gli uomini correvano avanti e indietro nella disperazione. Cercarono rifugio sui tetti, ma le case crollarono sotto di loro; cercarono di arrampicarsi sugli alberi, ma gli alberi li gettarono giù; hanno cercato di entrare nelle caverne, ma le caverne erano chiuse prima di loro. In questo modo è stata raggiunta la distruzione di queste creature.

La terza parte del Popol Vuh continua la storia della creazione con il seguente testo:

“Ancora una volta gli dei si unirono e il Creatore e l’Antico fecero quattro uomini perfetti – la loro carne era composta interamente di mais giallo e bianco.” Il nome del primo era Balam-Quitze; del secondo, Balam-Agab; del terzo, Mahucutah; del quarto, Iqi-Balam. “

Ecco la parte interessante del Popol Vuh:

“Non avevano né padre né madre, né erano fatti dagli agenti ordinari nell’opera della creazione, ma la loro venuta all’esistenza era un miracolo straordinario, causato dall’intervento speciale del Creatore. “Veramente, almeno, gli dei hanno visto gli esseri degni della loro origine.”

Come si può vedere nelle parti precedenti del Popol Vuh, abbiamo descrizioni dettagliate di come gli esseri che non erano della Terra hanno creato l’uomo: il creatore, il vecchio, il Dominatore, il Serpente Piumato, li generarono.

A cura della Redazione Segnidalcielo



Source link

  • Add Your Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: