Forti “esplosioni” in diverse parti del mondo hanno lasciato perplessi gli scienziati!!


Una serie di forti esplosioni in diverse parti del mondo ha lasciato perplessi tutta la comunità scientifica, che ancora non conosce l’origine di questo fenomeno che è stato ascoltato sempre più di frequente.

Come riportato dal Daily Mail , quest’anno ci sono stati un totale di 64 episodi simili negli Stati Uniti, in alcune aree del Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda. Uno dei più recenti si è verificato il 14 novembre nello stato dell’Alabama (USA). Molti dei suoi abitanti hanno riferito attraverso i social network dell’evento, chiamato “Bama Boom”, che ha persino scosso le loro case. 
Bill Cooke, un portavoce del Meteoroid Environment Bureau della NASA, ha detto che l’ultimo episodio potrebbe essere stato causato da un aereo supersonico, un’esplosione a terra o l’esplosione di meteoriti nell’atmosfera. A questo proposito, l’US Geological Survey (USGS, per il suo acronimo in inglese), dopo aver analizzato il rumore, ha confermato che non era il risultato di un terremoto.

Mysterious booms have been reported 64 times this year, in locations including Michigan, Lapland, St Ives, Swansea and Yorkshire. Incidents are becoming more frequent according to some reports.

Secondo la rivista Popular Mechanics , la fonte più comune di questi “misteriosi boom sonici” sono i voli militari non annunciati con aerei supersonici. Tuttavia, negli Stati Uniti l’Air Force non ne ha parlato. I misteriosi boati sono stati segnalati da dozzine di residenti di luoghi diversi: un abitante della città di Abergavenny (Galles, Regno Unito) lo ha descritto come “una raffica di spari di fucile o fuochi d’artificio”. Altri lo riferiscono a meteoriti provenienti dalla doccia stellare delle Leonidi annuale, che ha raggiunto il suo picco la scorsa settimana, e anche con esplosioni causate durante l’addestramento militare.

Ron Hranac, un esperto di astronomia, disse alla CBS che se le raffiche di boati fossero state effettivamente prodotte da un meteoroide, non sarebbero state collegate alle Leonidi perché i meteoriti nella tempesta sono troppo piccoli per raggiungere il suolo e produrre un tale rombo. Il 27 ottobre, un altro focolaio di Bama Boom  è stato registrato nella penisola di Eyre, South Australia, dopo che diversi testimoni hanno dichiarato di aver avvistato una meteora moltom luminosa. Un portavoce della Red Desert Fireball , una rete di telecamere in Australia che traccia i meteoriti che entrano nell’atmosfera, sottolinea che il fenomeno potrebbe essere causato da un cambiamento di pressione quando il corpo celeste è entrato nell’atmosfera terrestre.

A cura della Redazione Segnidalcielo



Source link

  • Add Your Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: