Ex impiegato dell’Area 51 racconta degli Extraterrestri, Stargate e Cubo di Orione


Dan Burisch, dottorato di ricerca in microbiologia e ex lavoratore delle forze militari segrete degli Stati Uniti, detiene grandi informazioni sconcertanti sugli extraterrestri, le macchine del tempo, i piani del governo segreto e l’estinzione della razza umana.

Dan Burisch, nato in California nel 1964, ha studiato microbiologia e psicologia presso l’Università di Las Vegas, Nevada. Si è laureato nel 1986 e ha conseguito un dottorato di ricerca in microbiologia nel 1989 nello stato di New York.  Sportivo sin dall’infanzia, ha giocato a pallacanestro. Ma la sua vera passione è stata la scienza e a cinque anni è stato dato il suo primo microscopio, dopo di che divenne poi il più giovane membro della società di microbiologia di Los Angeles.

Immagine correlata
Dan Burisch

Nel 1986 ha ricevuto una visita inaspettata presso l’Università di Las Vegas, dal cosiddetto governo “segreto” degli Stati Uniti. Due di quegli uomini, in uniforme militare, hanno offerto a Dan di lavorare su un progetto di alto livello, dove avrebbe potuto mettere il proprio talento professionale a disposizione del governo in un contesto di massimo livello di segretezza. Nel 1987 inizia a lavorare ad un ufficio del governo statale del Nevada. Nel 1989 inizia a ricevere campioni di tessuti. Burisch li ha esaminati in un altro luogo e ha inviato la relazione al luogo di origine dello stesso. Nel 1989 lavora su un progetto segreto e anche sulla cosiddetta “Sharp Storm”. Ma nel 1994 è stato portato in un posto sotterraneo chiamato “Century IV” che fa parte dell’Area 51, dove ha iniziato a lavorare sul Progetto “Aquarium“.

Immagine correlata

Lì ha appreso che i militari erano in possesso di navi spaziali e di esseri extraterrestri. In un reparto c’erano informazioni su esseri chiamati Orioniani (di Orione) e esseri alieni del sistema stellare Z Reticuli. Dan Burisch è venuto a conoscenza di una copia dell’accordo preso dal presidente Eisenhower  con due razze tra cui le forme di vita aliene denominate P-50 e poi le cosiddette razze di Orione o Orioniani. 
In un luogo chiamato La baia di Galileo, Burisch poteva vedere diversi tipi di veicoli spaziali. Uno di questi velivoli era la nave che Bob Lassar (un ex lavoratore della Nasa che è stato in servizio come fisico nell’Area 51) descrisse negli anni ’80. Un’altra delle navi che vide era quella che si è schiantata a Roswell nel 1947. Secondo il colonnello Philip J. Corso (1914 – 1997) che ha scritto il libro “Il giorno dopo Roswell”,  gli alieni sono viaggiatori spazio-temporali e quelli che guidavano lo scafo caduto a Roswell erano in possesso di due cervelli, uno dei quali era utile al controllo del velivolo. Corso dichiarò che la nave aliena era la chiave del progresso tecnologico.

Immagine correlata

Risultati immagini per Area 51, Stargate,

Eisenhower ha incontrato diversi gruppi extraterrestri che intimavano ai terrestri di abbandonare le armi atomiche per evitare un futuro olocausto nucleare. In questa riunione si sono svolte discussioni diplomatiche tra civiltà ed è stato approvato un accordo per rapire gli esseri umani allo scopo di studiarli, a condizione che questi non dovevano soffire e non ricordare nulla della loro esperienza. Le razze ET di Orione hanno dato al presidente Eisenhower un cubo di circa otto centimetri di larghezza per altri otto centimetri di lunghezza, in grado di prevedere il futuro. È stato passato tra ricchi e potenti per poter scegliere bene nella loro vita.

Risultati immagini per Area 51, Stargate, Orion cube

Burisch ha lavorato direttamente sotto gli ordini del “Majestic 12”. Una delle sue affermazioni più importanti è quella relativa agli “Stargates” o Portali dimesnionali. Sono dispositivi realizzati anche sulla Terra, ma con tecnologia extraterrestre. Secondo il dottor Burisch, le informazioni su come costruire gli Stargate sono nelle tabelle dei Sumeri che erano abituati a comunicare con altre civiltà extra-planetarie. Attraverso questi Stargate potresti accedere a un wormhole. Dan descrive uno Stargate che si trova nell’Area 51 raccontando che accanto a questo enorme apparato, c’era una piattaforma che permetteva di gettare l’oggetto all’interno dell wormhole per viaggiare in altre stelle, teleportando persone o materiali da un posto all’altro istantaneamente.

Risultati immagini per Area 51, Stargate,

Ma Burisch dice che non è molto affidabile e che ha visto una persona morire durante uno degli esperimenti. Questo dispositivo è anche conosciuto come “Glass Looking” ed è stato utilizzato per vedere le probabilità di eventi futuri. Come dichiara Burisch molte guerre in oriente e altre catastrofi sarebbero accadute a causa di questi Stargate. Secondo il medico, ci sono cinquanta Stargate sulla Terra, anche se tutti gli Stargate sono stati apparentemente smantellati. Oggi la Razza Umana è in forte pericolo di estinzione per via di molti fattori tra cui guerre e forti cambiamenti climatici.

A cura della Redazione Segnidalcielo

 



Source link

  • Add Your Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: