ANTARTICO, testimoni parlano della scoperta di una “grande città” sotto il ghiaccio situata a 16 miglia dal Polo Sud


Una possibile nuova fonte (nuovo testimone) si è fatta avanti con informazioni che confermano la scoperta di una grande città congelata a due miglia sotto il ghiaccio antartico, situata a circa 16 miglia dal Polo Sud geografico. La scoperta della città è avvenuta nell’agosto 2016, secondo questa ultima fonte, è stata visitata pochi mesi dopo da personaggi importanti come John Kerry e Buzz Aldrin.

Il 18 novembre 2017, la testimonianza di quella che chiameremo “la sorgente” è stata introdotto in un video pubblicato da “Pete”, ospite di The Creepy Little Book – Youtube channel. Dice che ha deciso di andare avanti nel rilasciare le informazioni da quando ha trovato una nuova fonte di informazioni cinque giorni fa e che aveva confermato le informazioni raccolte da da altre fonti precedenti sugli eventi in Antartide.

Immagine correlata

Nella sezione commenti del suo video, Pete dice che le sue informazioni provengono da fuori dagli Stati Uniti e non sono collegate a Corey Goode e David Wilcock. Inoltre, quando si tratta del suo ultimo informatore, Pete afferma di essere “fiducioso nella sincerità della fonte stessa relativa a queste scoperte fatte in Antartide”. Consiglio di guardare il video di Pete prima di continuare a leggere questo articolo, che analizzerà e collegherà i punti chiave della sua testimonianza ad altre informazioni importanti e valuterà l’affidabilità di Pete e della sua nuova fonte.



Usando le informazioni fornite a lui dalle sue fonti di segnalazione, Pete inizia riferendosi alle tecnologie avanzate trovate nella città congelata:

“Questa zona è in effetti una città abbandonata come il raggruppamento di varie strutture che sono state create molto tempo fa con una tecnologia che supera di gran lunga le nostre attuali capacità.”

Tra i primi a riferirsi alla scoperta dell’antica città ghiacciata in Antartide con tecnologie avanzate c’è Corey Goode, che afferma di essere stato portato lì nel gennaio 2017 da un gruppo di esseri della Terra cava (Inner Earth) chiamati Anshar. 

Risultati immagini per The Hidden History of Antarctica

Goode dice che le tecnologie e le prove più avanzate della vita extraterrestre vengono rimosse prima di ogni annuncio pubblico sulla città congelata. Le fonti di Pete si riferiscono alla Lockheed Martin in qualità di appaltatore militare incaricato di guidare gli scavi, mentre utilizzava progetti scientifici legittimi come copertura:

“A partire dal 2011 le esplorazioni Top Secret e gli scavi sono stati effettuati dall’imprenditore militare Lockheed Martin. Data l’estrema importanza di questo progetto che sfidava la realatà stessa, è stata creata una storia di copertura legittima. Sono stati creati legittimi progetti scientifici per nascondere gli scavi con enormi quantità di fondi destinati a Lockheed per oltre 5 miliardi di dollari. I progetti hanno coperto migliaia di militari nel continente, nonostante il Trattato sull’Antartide.”

Infatti, nel 2011, Lockheed ha ricevuto il Contratto di supporto antartico dalla National Science Foundation per fornire supporto logistico a progetti scientifici open source. In qualità di più grande appaltatore della difesa del mondo, Lockheed è molto abile nel condurre programmi speciali di accesso non riconosciuti, grazie ai quali i programmi di copertura vengono utilizzati per nascondere i progetti compartimentati.

Immagine correlata
Le fonti di Pete descrivono le rigorose procedure di sicurezza in vigore per lo scavo antartico segreto nella città ghiacciata, rendendo così più chiaro il motivo per cui un importante appaltatore della difesa come Lockheed è stato incaricato del progetto di scavo.

Quando la perforazione ha raggiunto solo 300 metri dal sito, grazie al radar penetrante a terra che aveva precedentemente individuato, secondo Pete si è verificato un numero significativo di feriti e morti. Descrive una misteriosa radiazione che ha colpito i lavoratori:

“Quello che prima si pensava fosse un tipo di radiazione che ha causato queste vittime è stato scoperto in seguito come qualcosa che ora è noto come nanowaves.”

L’unica menzione di nanowaves nella letteratura scientifica open source è una breve menzione nell’edizione di Science Direct di ottobre 2011 , che si riferisce a loro come: “ondulazioni inattese prodotte da nanofili deformati”.
È significativo che questa menzione sia avvenuta nel 2011, lo stesso anno in cui Lockheed ha iniziato le sue operazioni di perforazione segrete in Antartide.  È anche degno di nota il fatto che le evacuazioni mediche siano state effettivamente segnalate in Antartide nel corso degli anni relative a progetti di trivellazione. Il primo rapporto risale al giugno 2001, quando fino a 12 dipendenti Raytheon furono evacuati da un medico durante un’operazione di scavo sotto copertura fino al lago Vostok, secondo i ricercatori veterani Richard Hoagland e Mike Bara .

Dopo i primi rapporti di “quattro estrazioni di emergenza”,  ora dodici membri del personale della base McMurdo hanno bisogno di una pericolosa “evacuazione medica di emergenza” fino alla stagione invernale Antartica.

Nel giugno 2016, un comunicato stampa della National Science Foundation afferma che un dipendente della Lockheed è stato evacuato dal medico durante l’inverno antartico. Mentre l’aereo utilizzato era piuttosto piccolo, è possibile che questo sia stato usato come copertura per un processo di evacuazione più ampio in corso.

Secondo le fonti di Pete, ciò che aveva afflitto i dipendenti di Lockheed Martin, e probabilmente Raytheon nel 2001, era l’emissione di nanocariche dalla città ghiacciata. Ciò ha portato a notevoli battute d’arresto che si sono rivelate molto costose per Lockheed:

“Questa battuta d’arresto ha quasi fatto fallire il progetto con superamenti dei costi e problemi di sicurezza che avrebbero bloccato la Lockheed. L’onere finanziario per tali costi in eccesso doveva essere trasferito al contribuente statunitense. A causa della quantità di persone coinvolte, Lockheed non è riuscita a uscire dal progetto, cosa che ha portato alla creazione della filiale di Lockheed Leidos che è stata inserita nel progetto nel 2015. … Lockheed è stato salvato dal collasso finanziario con le operazioni di shfting e personale di alto livello a Leidos che ha ricevuto un contratto da 5 miliardi di dollari per subentrare a Lockheed che rimane ancora coinvolto in una ridotta capacità.”

Immagine correlata

Tali massicci finanziamenti spiegherebbero come Leidos, ex Science Applications International Corporation, sia stata in grado di acquistare la divisione di Lockheed che trattava l’Antartide per 5 miliardi di $, come riportato dai media mainstream.

Successivamente, le fonti di Pete si riferiscono a “una no fly zone sul sito di scavo che si trova a 14 miglia dal Polo Sud geografico”. Questo è significativo poiché “Brian”, un ex ingegnere di volo della Marina, riferisce di una zona di divieto di volo su un sito vicino al Polo Sud geografico durante una missione medevac nella stagione estiva antartica 1985/1986.

Un altro problema unico con la stazione di South Pole è che il nostro aereo non è stato autorizzato a sorvolare una determinata area designata a 5 miglia dalla stazione [Amundsen-Scott] … L’unica cosa che abbiamo visto durante questo campo era un buco molto grande che entrava nel ghiaccio . Potresti far volare uno dei nostri LC130 in questa cosa. È stato dopo questa missione medevac dove siamo stati informati da alcuni agenti (gli agenti di intelligence presumibilmente) di Washington DC e ho detto di non parlare dell’area che abbiamo sorvolato, ovvero del “grande buco”.


Tuttavia c’è una discrepanza in termini di distanza dal Polo Sud geografico. Brian si riferisce a 5 miglia, mentre le fonti di Pete si riferiscono a 14 miglia. Sebbene relativamente vicini, ciò potrebbe significare che ci stiamo riferendo a più siti o punti di ingresso separati che si sono sviluppati in un periodo di 30 anni.

Pete continua a spiegare quello che gli è stato detto dalla fonte circa l’eventuale svolta nella città ghiacciata:

“Nell’agosto 2016, gli equipaggi degli scavatori (o trivelle) hanno aperto il punto zero. Il nome usato per riferirsi al piano terra della città come strutture che i lavoratori chiamano scherzosamente come Atlantide …. Gli equipaggi a questo punto indossavano speciali tute protettive per salvaguardare la malattia. La malattia indotta dalle nanowaves … A ground zero non sono state rilevate nanowaves ma gli operai indossano ancora dispositivi di sicurezza …. Il punto di accesso dalla parte superiore della calotta di ghiaccio fino alle due miglia di profondità di terra zero è un pozzo dell’ascensore adagiato nel ghiaccio …. Si dice che la città sia uno spettacolo incredibile da vedere e conterrebbe probabilmente una popolazione tra 10 e 15 mila.”

Quello che è importante qui è che la svolta per entrare verso la città è avvenuta nell’agosto 2016, ma la buca vicino al Polo Sud è stata avvistata per la prima volta nel 1985/86, e sembrava essere operativa al momento del sorvolo di Brian, come ha descritto nella sua più recente intervista con Linda Moulton Howe a novembre 2017. Secondo le fonti di Goode, gli scavi della città congelata sono iniziati nel 2002. Ciò è coerente con le informazioni sull’anomalia magnetica scoperta nei pressi del lago Vostok nel 2001 e le operazioni di perforazione segrete che hanno avuto inizio lì.

Pete alla fine dice che l’ex segretario John Kerry e Buzz Aldrin sono stati portati nella città ghiacciata, oltre a un sito secondario che non è noto alla maggior parte dei lavoratori. Egli descrive poi una parte di ciò che probabilmente ha visto:

Mi è stato detto di immaginare il sito come una città enorme con tanti edifici quanti ne avrebbe una metropoli, tutti privi di vita almeno per quanto ne sappiamo. Tuttavia, ci sono protocolli in atto se la vita viene scoperta in stasi o in altro modo.
Pete non ha rivelato l’identità della sua ultima fonte, né ha approfondito le informazioni su altre fonti sulle quali ha fatto affidamento per conoscere l’Antartide. Non ha fornito alcuna documentazione o citazioni dirette da nessuna delle sue fonti. Né ha spiegato la necessità dell’anonimato per nessuno di loro, a parte il riferimento a un vago avvertimento che ha ricevuto sull’opportunità di rendere pubbliche tali informazioni.

Al momento, abbiamo solo la fiducia di Pete sulla credibilità delle sue fonti. Mentre è comprensibile che Pete protegga le sue fonti non rivelando troppi dettagli su di loro, si può fare molto di più per aiutare il pubblico a capire perché è così sicuro nelle loro informazioni. Per quanto riguarda lo stesso background di Pete, non ha fornito alcuna informazione biografica su se stesso. Mentre si imbatte nei suoi video come articolati e analitici, si può fare di più per presentare informazioni che affermano la sua capacità di controllare fonti riservate su un argomento sensibile come l’Antartide.

Risultati immagini per city Antarctica

Nel valutare le informazioni fornite dalle fonti di Pete, ci sono importanti consistenze con le mie ricerche sull’Antartide che possono essere viste in questo seminario del luglio 2017 . Questa informazione mette anche in parallelo alcuni degli argomenti discussi nel mio prossimo libro, provvisoriamente intitolato: Antarctica: Corporation Foundations of Secret Space Programs(marzo 2018).

La vendita della divisione Lockheed che gestisce il Contratto di Supporto Antartico a Leida nel 2015/2016 spiega quella che all’epoca sembrava essere una decisione aziendale sconcertante. Le fonti di Pete gli fornirono una spiegazione convincente del perché ciò accadesse. 

Inoltre, i resoconti delle recenti evacuazioni mediche dovute a una misteriosa malattia sono coerenti con le precedenti notizie di uno scavo nei pressi del lago Vostok, dove morirono alcuni soldati russi in merito a misteriose esalazioni e che potrebbe essere un’altra città sepolta, o un avamposto correlato che coinvolgeva anche evacuazioni mediche.

Ci sono alcune importanti differenze rispetto a quando avvenne realmente la svolta e iniziarono gli scavi della città congelata. Goode ha suggerito che ciò è accaduto nel 2002, mentre le fonti di Pete dicono 2016. È possibile che ciò che le fonti di Pete descrivono sia la versione “migliorata” di ciò che Goode dice di aver visto all’inizio del 2017, i cui scavi sono iniziati nel 2002.

Immagine correlata

Infatti, Goode avvertì che sarebbe stato fatto uno sforzo per manipolare gli scienziati che conducevano gli scavi rimuovendo prove di vita extraterrestre e tecnologie avanzate, e invece di seminare prove da altri siti archeologici nel tentativo di confondere.

Ora, un’altra nota interessante e che  abbiamo questi archeologi e impiegati di varie università che stanno laggiù scavando e documentando tutto questo, ma quello che hanno fatto, essendo la Cabala (sistema di potere che gestisce il tutto) ,  immagino che useranno grandi sottomarini a propulsione elettromagnetica per prendere un sacco di oggetti archeologici che avevano trovato in altri scavi e che stavano trattenendo nascondendoli all’umanità intera. Ora li hanno portati in enormi magazzini.

Stanno anche rimuovendo qualsiasi corpo che non sembra umano. E molti dei corpi umani, non sembrano schiavi. Hanno tuniche dove ci sono intrecciati fili d’oro. Sembrano reali.

Quindi le fonti stanno pianificando di darci una rivelazione sterilizzata. D’altra parte, Pete suggerisce che ci sia molta disinformazione là fuori in Antartide, senza riferirsi esplicitamente a Goode e Wilcock. L’implicazione è chiara, tuttavia, dal momento che sono stati i più responsabili della diffusione di informazioni sugli scavi segreti in Antartide nell’ultimo anno.

Risultati immagini per The Hidden History of Antarctica

Ho tentato di comunicare con Pete e spero di saperne di più sulle sue fonti e di valutare la loro importanza per comprendere le operazioni correnti in Antartide. Sulla base della coerenza delle informazioni che ha presentato con ciò che ho trovato in modo indipendente. C’è un cauto ottimismo nell’emergere di una possibile nuova fonte di informazioni sulla rivelazione imminente di una città antica scoperta sotto due miglia di ghiaccio.

Di Michael Salla

Tradotto da Redazione Segnidalcielo

Copyright © Michael E. Salla, Ph.D.

original link: http://exopolitics.org/possible-new-source-on-discovery-of-frozen-city-under-antarctic-ice/



Source link

  • Add Your Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: